Questo sito non utilizza cookie di profilazione propri. Sono invece utilizzati cookie tecnici e di terze parti per fini operativi, statistici e pubblicitari. Per sapere a cosa servono i cookie e per impostare le proprie preferenze visitare la pagina Privacy Policy. Continuando la navigazione o chiudendo questo avviso, acconsenti all'uso dei cookie e ai termini riportati alla pagina Privacy Policy.
OK
ISO 9001 IQNet Rina

PROVE DI LABORATORIO

METODI DI PROVA

ANALISI CHIMICHE METALLI

L’analisi chimica permette di determinare gli elementi di lega e classificare il tipo di materiale secondo la norma di riferimento a cui appartiene.

La tecnica analitica da noi utilizzata è la spettrometria ad emissione ottica, nella quale un arco elettrico (scintilla) generato in ambiente inerte (flusso di gas di argon), genera eccitazione degli atomi posti sulla superficie del campione analizzato. L’eccitazione provoca emissione di spettri con lunghezza d’onda caratteristici di ciascun elemento, che vengono captati da rilevatori posti in una camera a vuoto ed elaborati elettronicamente per ricavare le concentrazioni degli elementi secondo gli standard di riferimento.

Il quantometro da noi utilizzato dispone di rilevatori CCD di ultima generazione, capaci di fornire analisi caratterizzate da grande precisione e accuratezza.

Possiamo analizzare le seguenti leghe metalliche:

  • leghe di alluminio
  • acciai basso legati
  • acciai inossidabili, al cromo, al manganese, per utensili
  • ghise

L’analisi chimica rappresenta il primo passo di una analisi metallurgica per stabilire la conformità di un materiale ad una determinata designazione, oppure costituisce un valido strumento per l’identificazione di un materiale sconosciuto, riconducendo la sua composizione agli standard normativi vigenti.